Working paper 09 aprile 2009

Russia a Political and Economic Issue

The target of my analysis is to investigate the Expropriation Risk in Russia, and in relation to it, to assess the attractiveness and profitability of Foreign Investment, particularly considering the “strategic” natural resources sector.

The target of my analysis is to investigate the Expropriation Risk in Russia, and in relation to it, to assess the attractiveness and profitability of Foreign Investment, particularly considering the “strategic” natural resources sector.
The analysis starts with a look at the political scenario, when Putin came to power in 2001, to further present, and better understand, two of the most striking cases of Expropriation actions brought by the Government: Yukos and Sakhalin 2. Furthermore, the research singles out hedging strategies to avoid or reduce the Expropriation Risk, among which we see Export Credit Agencies (such as SACE in Italy) playing an important role.
The main conclusion is that despite the worsening of the Expropriation Risk over the last few years and months, and the current Financial Crisis, Russia still remains a high-return potential market, which investors should look at, while protecting their projects by implementing successful hedging tools.

Desideri ulteriori informazioni?
Compila il modulo e ti risponderemo al più presto.
Varie 16 maggio 2024
Tra gennaio e marzo le vendite italiane oltreconfine hanno registrato un calo del 2,8%, determinato dall’intensa riduzione del dato in volume (-3,9%) e nonostante il supporto dei valori medi unitari (+1,2%).
Focus On 08 maggio 2024
In uno scenario economico africano tanto dinamico quanto ricco di sfide, la Costa d’Avorio si propone come Paese tra i più stabili e promettenti della regione subsahariana. Un’economia in rapida espansione ), un assetto politico-istituzionale relativamente solido , un contesto operativo aperto agli investimenti e che incentiva l’iniziativa imprenditoriale: questi gli ingredienti dell’agenda di Ouattara, presidente del Paese dal 2011, per rendere possibile l’obiettivo di rendere la Costa d’Avorio un Paese a medio reddito entro il 2030. L’esecutivo ivoriano si è impegnato in tutti gli ambiti per migliorare le condizioni economiche, politiche e sociali del Paese;la rapida crescita della domanda interna (sia pubblica che privata) ha, inoltre, evidenziato le potenzialità per le imprese alla ricerca di nuovi mercati di sbocco.
Focus On 06 maggio 2024
SACE sarà presente a Cibus, a fianco delle imprese del settore agroalimentare per sostenerne la crescita attraverso diverse soluzioni. Le vendite estere di agroalimentare rappresentano oltre il 10% dell’export italiano. Lo scorso anno l’export di agroalimentare ha raggiunto ancora una volta un valore record pari a €64,4 miliardi, con un aumento del 6% circa. Prospettive positive anche per il 2024. Principale comparto di export sono le bevande, mentre i prodotti del Made in Italy più dinamici sono pasta e prodotti da forno, latte e formaggi e preparazioni di ortaggi e frutta. Le principali destinazioni per l’agroalimentare italiano sono le geografie europee e gli USA, mentre mercati meno presidiati ma molto dinamici sono India, Vietnam, Messico e Polonia. L'implementazione di sistemi digitali anche nel settore agroalimentare italiano può svolgere un ruolo chiave in termini di competitività internazionale, sostenibilità e ottimizzazione dei processi di produzione.