Varie 22 marzo 2016

Giornata Mondiale dell'acqua | Vi siete mai chiesti quanta acqua esportiamo?

Si stima che l’Italia esporti acqua sotto forma di beni per un valore corrispondente a quasi 40 miliardi di metri cubi l’anno. Convertita in pioggia, ricoprirebbe l’intera superficie del nostro Paese per 13 centimetri.

Acqua

 

C’è dentro anche l’acqua che non risparmiamo nelle produzioni alimentari e industriali, quella che sommerge lentamente approdi millenari del commercio e, oggi, del turismo, i reflui che perdiamo perché non li sappiamo recuperare e quella che, semplicemente, sprechiamo.

 

Acqua 1

 

L'acqua è la prima materia prima del futuro

 

Un pianeta con un’offerta sovrabbondante (e apparentemente inesauribile) di beni e una domanda che cresce poco non è necessariamente un mondo che non cresce, ma un mondo più sensibile a qualità, efficienza e tutela ambientale. L’acqua è la commodity del futuro, l’unica che non perderà valore né quest’anno né i prossimi. L'Arabia Saudita ha avviato un programma da 55 miliardi di dollari per la costruzione di centrali nucleari che servirà ad alimentare i dissalatori: il Paese consuma circa 3,3 milioni di metri cubi di acqua desalinizzata al giorno con un costo energetico di circa 1,5 milioni di barili di petrolio al giorno, pari al 15% dell'intera produzione petrolifera saudita. A Flint, in Michigan, l'acqua che esce dai rubinetti delle case è contaminata da quasi due anni: servono 1,5 miliardi di dollari per ripristinare la fornitura di acqua potabile. Agricoltura
e industria bevono il 90% dell'acqua disponibile negli USA. La Cina inizierà ad imbottigliare l'acqua dell'Himalaya: dagli anni Cinquanta si sono prosciugati 27 mila fiumi nel Paese.

 

La qualità delle nuove eccellenze manifatturiere italiane, legata all’efficienza, al risparmio energetico e alla salvaguardia delle risorse comuni può marcare l’impronta del nostro Paese sulla scena globale. Innovazione ed efficienza sono peraltro domande quotidiane per le imprese a vocazione internazionale e per chi, come SACE, gestisce il rischio e finanzia l’internazionalizzazione.

 

acqua2

 

1 Intesa come “acqua virtuale” utilizzata per produrre i beni in questione. Fonte: “National water footprint accounts”, M.M. Mekonnen e A.Y. Hoekstra – Maggio 2011


Desideri ulteriori informazioni?
Compila il modulo e ti risponderemo al più presto.
Varie 15 febbraio 2024
Nel 2023 il valore dell’export italiano è rimasto stazionario rispetto all’anno precedente. L’aumento dei valori medi unitari (+5,3%) è stato pienamente compensato da una riduzione, ben superiore alle attese, del dato in volume (-5,1%).
Focus On 14 febbraio 2024
Dopo una crescita vivace nello scorso anno, nel 2024 l'export italiano di servizi è previsto in ulteriore aumento del 4,6% grazie al maggior ruolo che sta assumendo il Terziario nel commercio con l'estero, anche nei Paesi emergenti. Per accrescere la produttività dei servizi italiani vi sono diverse leve su cui poter agire tra cui una maggiore crescita degli investimenti tecnologici, inclusi quelli in digitalizzazione e IA, e una formazione sia continua che specifica sul posto di lavoro.
Varie 15 gennaio 2024
Tra gennaio e novembre 2023 l’export in valore è aumentato dello 0,7% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. L’andamento continua a essere determinato dalla crescita dei valori medi unitari (+5,6%), a fronte della decisa, e superiore alle attese, flessione dei volumi (-4,6%).