Sasso nello stagno 14 marzo 2019

Eskom: tra difficoltà tecnico-finanziarie e primi (veri ma timidi) tentativi di riforma

Eskom, l’utility pubblica dell’elettricità del Sudafrica, continua a presentare una situazione finanziaria critica, ponendo un rischio sistemico verso l’economia sudafricana.

Eskom, l’utility pubblica dell’elettricità del Sudafrica, continua a presentare una situazione finanziaria critica. Nella semestrale chiusa a settembre 2018 emerge una performance finanziaria e operativa in deterioramento.

Per cercare di trovare soluzioni concrete al problema e con l’obiettivo di risanare un’impresa che produce il 90% dell’elettricità del Paese e che pone un rischio sistemico verso l’economia sudafricana, il 7 febbraio, durante lo State of the Nation Address al Parlamento, il Presidente Ramaphosa ha menzionato l’ipotesi di frazionare la compagnia elettrica in più entità al fine di renderla economicamente sostenibile.

Scarica il pdf e leggi lo studio completo

Desideri ulteriori informazioni?
Compila il modulo e ti risponderemo al più presto.
Varie 14 giugno 2024
Tra gennaio e aprile le vendite italiane sono tornate in territorio positivo a +0,3%, beneficiando del supporto dei valori medi unitari (+1,5%) che ha più che compensato il calo dei volumi (-1,2%).
Varie 16 maggio 2024
Tra gennaio e marzo le vendite italiane oltreconfine hanno registrato un calo del 2,8%, determinato dall’intensa riduzione del dato in volume (-3,9%) e nonostante il supporto dei valori medi unitari (+1,2%).
Focus On 08 maggio 2024
In uno scenario economico africano tanto dinamico quanto ricco di sfide, la Costa d’Avorio si propone come Paese tra i più stabili e promettenti della regione subsahariana. Un’economia in rapida espansione ), un assetto politico-istituzionale relativamente solido , un contesto operativo aperto agli investimenti e che incentiva l’iniziativa imprenditoriale: questi gli ingredienti dell’agenda di Ouattara, presidente del Paese dal 2011, per rendere possibile l’obiettivo di rendere la Costa d’Avorio un Paese a medio reddito entro il 2030. L’esecutivo ivoriano si è impegnato in tutti gli ambiti per migliorare le condizioni economiche, politiche e sociali del Paese;la rapida crescita della domanda interna (sia pubblica che privata) ha, inoltre, evidenziato le potenzialità per le imprese alla ricerca di nuovi mercati di sbocco.