Update Espresso 18 dicembre 2020

Update Espresso: dicembre 2020

Il nostro Chief Economist Alessandro Terzulli traccia un bilancio del 2020, un anno particolarmente difficile, che volge al termine, segnato da uno shock senza precedenti che ha impattato significativamente sull’economia mondiale e nazionale.

 

Il nostro Chief Economist Alessandro Terzulli traccia un bilancio del 2020, un anno particolarmente difficile, che volge al termine, segnato da uno shock senza precedenti che ha impattato significativamente sull’economia mondiale e nazionale.

L’anno che verrà porta con sé spiragli positivi, in primis la disponibilità di vaccini contro il Covid-19 che consentirà di allentare le misure restrittive nel corso del 2021.

La crisi economica lascerà però delle cicatrici: all’orizzonte si intravedono possibili rischi alla stabilità finanziaria legati all’impennata dei debiti pubblici e privati.

Documenti

Desideri ulteriori informazioni?
Compila il modulo e ti risponderemo al più presto.
Focus On 10 aprile 2024
Con una crescita del 2,9% medio annuo nei prossimi tre anni, l'export italiano di vini raggiungerà nel 2026 gli €8,5 miliardi. 7 bottiglie su 10 che varcano i confini nazionali sono di vino, 3 di spumante. Veneto, Piemonte e Toscana le maggiori regioni esportatrici e Stati Uniti, Germania e Regno Unito le maggiori destinazioni. Ottime opportunità di crescita, trainate anche dai consumi internazionali che nel 2024-25 aumenteranno del 2,3% annuo, provengono anche da Giappone, Cina, Corea del Sud ed Emirati Arabi Uniti. L'intelligenza artificiale arriva anche nel settore vinicolo offrendo numerosi vantaggi in termini di qualità, efficienza e sostenibilità della produzione.
Varie 15 marzo 2024
A gennaio 2024 il valore dell’export italiano è rimasto pressoché stabile su base annua (-0,2%). L’incremento dei valori medi unitari (+1,7%) è stato compensato da una simile riduzione del dato in volume (-1,8%).
Focus On 11 marzo 2024
Nuovi orizzonti: persistono i rischi politici e climatici, ma migliorano i rischi di credito da Oriente a Occidente, frutto del consolidamento economico e demografico e delle iniziative intraprese per adattamento climatico e transizione sostenibile. Innovazione: un Paese che investe in nuove tecnologie e AI per un terzo dei settori e ne incrementa la produttività del 20%, genera un effetto moltiplicatore su tutta l’economia dell’1,3% annuo nei successivi cinque anni. Top 10 dei mercati di opportunità: Stati Uniti, Emirati Arabi Uniti, Spagna, India, Arabia Saudita e Cina, trainati da diversificazione economica, spinta green e digital. Ampio potenziale anche nel Far East (Corea del Sud e Vietnam) e America Latina (Messico e Brasile), dove i governi puntano su programmi d’investimenti che combinano sostenibilità e innovazione.