Studi 30 aprile 2015

SACE Country Risk Update: 30 aprile - 07 maggio 2015

Snapshots: Algeria-Venezuela, Arabia Saudita, Cina-Pakistan, Cipro, Kazakistan, Libia, Nigeria, Shipping, Ucraina.

ALGERIA – VENEZUELA
Le compagnie petrolifere nazionali, Sonatrach e PDVSA sarebbero intenzionate a formare una joint venture per commercializzare un nuovo blend. L’ascesa nella produzione di shale oil statunitense si è riflessa in una contrazione delle esportazioni di light crude algerino negli USA del 78% dal 2010. PDVSA ha invece iniziato a importare greggio dall’Algeria dallo scorso ottobre per mescolarlo al proprio, caratterizzato da un alto contenuto di zolfo. La nuova mescola permetterebbe alle due compagnie di soddisfare quote di domanda in vari mercati, compreso quello statunitense, ad esempio servendo le raffinerie o le imprese petrolchimiche i cui impianti non sono adeguati alla lavorazione del light crude nordamericano

 

ARABIA SAUDITA
Il principe ereditario Moqren bin Abdul Aziz bin Saud è stato rimosso dalla carica dal re Salman bin Abdulaziz al Saud. Lo sostituisce l’attuale ministro dell’Interno Mohammed bin Nayef. La nomina del Principe bin Nayef dovrebbe raccogliere il consenso degli USA in virtù della collaborazione nella lotta antiterrorismo durante la sua carica di ministro. Il figlio del re, Mohammed bin Nayef, è stato nominato secondo nella linea di successione al trono. Il cambio della linea di successione indica la volontà della casa reale di preparare la nuova generazione alla guida del Paese. Anche il ministro degli Esteri Saud el Faysal, in carica dal 1975, è stato sostituito dall’ex ambasciatore negli Stati Uniti Adel Jubeir, non appartenente alla famiglia reale.

 

CINA – PAKISTAN
Siglati accordi di investimento cinesi in Pakistan per USD 45 miliardi. Il piano supera la somma degli investimenti statunitensi dal 2002 nel Paese, pari a circa USD 31 miliardi. Le intese riguardano progetti nel settore energetico, delle infrastrutture e in ambito militare. Gli accordi, sottoscritti durante la visita del Presidente Xi in Pakistan, rientrano nella costituzione del cosiddetto “corridoio economico” tra Gwadar, città portuale nel sud del Paese, e lo Xinjiang. L’adeguamento infrastrutturale per l’implementazione del corridoio rientra nel progetto cinese della nuova via della seta. La cooperazione militare mira invece a contrastare la minaccia del fondamentalismo islamista nella regione dello Xinjiang e delle possibili cooperazioni con i gruppi terroristi pakistani.

 

CIPRO
La situazione nel paese è in lento miglioramento, come dimostra la cancellazione delle ultime restrizioni ai movimenti dei capitali avvenuta ad inizio mese. La recessione cominciata nel 2012 dovrebbe arrestarsi quest’anno: la Commissione europea prevede una crescita del PIL dello 0,4%. L’elevato ammontare di non-performing loans (intorno al 50% dei prestiti), le difficoltà economiche di un partner importante come la Grecia e le relazioni con la Turchia sono i principali elementi di criticità. La recente elezione del moderato di sinistra Akinci alla presidenza dell’autoproclamata repubblica turca di Cipro del Nord potrebbe favorire il dialogo con il governo greco-cipriota.

 

KAZAKISTAN
Nursultan Nazarbayev è stato confermato alla carica presidenziale nelle elezioni anticipate tenutesi il 26 aprile, con oltre il 97% dei voti. Nazarbayev – in carica da 25 anni – resterà Presidente fino al 2020. Le elezioni non sono state giudicate libere dagli osservatori OSCE. Il voto è stato anticipato di un anno rispetto alla scadenza naturale. Il rallentamento dell’economia russa e le quotazioni petrolifere sfavorevoli sono i driver principali della revisione al ribasso sulle stime di crescita del Paese, dal 4,3% del 2014 all’1,5% atteso quest’anno. Le elezioni anticipate potrebbero rappresentare una mossa strategica dell’establishment per rafforzare il controllo sul paese in vista di un possibile malcontento derivabile dall’economia in peggioramento.

 

LIBIA
Il parlamento filo-islamista di Tripoli ha respinto all’unanimità la bozza di accordo politico avanzata dal rappresentante ONU Bernardino Leon. Il testo, esito di mesi di negoziati, prevedeva la creazione di un Consiglio Presidenziale, governato da un premier e due vice, che avrebbe governato decidendo all’unanimità. La bozza riconosceva come unico Parlamento quello attualmente riunito a Tobruk a fianco del quale si prevedeva un consiglio non elettivo, i cui poteri sarebbero stati definiti con un accordo separato.

 

NIGERIA
Pubblicato il risultato dell’audit sulla compagnia petrolifera di Stato NNPC, commissionato dal Presidente uscente Goodluck Jonathan. Secondo l’analisi condotta da PwC, la compagnia e la controllata NPDC avrebbero totalizzato mancati versamenti nelle casse dello Stato per USD 1,48 miliardi per errori contabili, duplicazioni nelle voci dei sussidi e costi non dimostrati. Durante il periodo gennaio 2012-luglio 2013, NNPC avrebbe ricevuto introiti per USD 69,34 miliardi, riversandone nelle casse pubbliche 50,81. Le cifre divergono da quelle indicate dall’ex governatore della Banca centrale Lamido Sanusi, le cui accuse di frode a carico della NNPC lo portarono all’allontanamento dalla carica nel febbraio 2014.

 

SHIPPING
Il Parlamento europeo ha approvato la normativa sul controllo e monitoraggio delle emissioni. La normativa entrerà in vigore dal 2018 e riguarderà tutte le navi in transito sui porti europei, a prescindere dalla nazionalità. Rientreranno nel programma le navi con una stazza lorda superiore alle 5.000 tonnellate (con alcune esclusioni, quali ad esempio i pescherecci). La decisione anticipa a livello europeo un tema il cui dibattito è in corso in sede IMO, finalizzato all’adozione di un sistema di raccolta dati a livello globale. Coinvolgendo anche le navi non europee, le associazioni di categoria hanno posto in guardia dalle possibili ricadute negative a livello internazionale; la norma potrebbe infatti prevaricare le misure in discussione in sede IMO da parte degli altri stati.

 

UCRAINA
Ukreximbank ha confermato la decisione dei suoi investitori di concedere un’estensione dei termini di ripagamento del bond sovrano in scadenza questo mese. La decisione consente allo stato ucraino di posticipare a luglio il ripagamento di circa USD 750 milioni ai creditori sui circa USD 10 miliardi di debito pubblico in scadenza nel biennio 2015-2017. Proseguono le trattative per simili estensioni con gli altri creditori dello stato ucraino, in particolare il fondo di investimento americano Templeton (che detiene circa USD 7 miliardi di titoli) e lo stato russo (USD 3 miliardi).

 

Pillole

Giappone: Fitch ha portato il rating sovrano giapponese da A+ ad A, con outlook stabile.
Peru: nominato il nuovo Primo ministro Pedro Cateriano. È il settimo Capo del governo da luglio 2011.
Spagna: Fitch ha confermato il rating sovrano a BBB+, con outlook stabile.
Thailandia: la Banca centrale ha inaspettatamente tagliato i tassi d’interesse di 25 p.b., portandoli all’1,5%.

Desideri ulteriori informazioni?
Compila il modulo e ti risponderemo al più presto.
Varie 14 giugno 2024
Tra gennaio e aprile le vendite italiane sono tornate in territorio positivo a +0,3%, beneficiando del supporto dei valori medi unitari (+1,5%) che ha più che compensato il calo dei volumi (-1,2%).
Varie 16 maggio 2024
Tra gennaio e marzo le vendite italiane oltreconfine hanno registrato un calo del 2,8%, determinato dall’intensa riduzione del dato in volume (-3,9%) e nonostante il supporto dei valori medi unitari (+1,2%).
Focus On 08 maggio 2024
In uno scenario economico africano tanto dinamico quanto ricco di sfide, la Costa d’Avorio si propone come Paese tra i più stabili e promettenti della regione subsahariana. Un’economia in rapida espansione ), un assetto politico-istituzionale relativamente solido , un contesto operativo aperto agli investimenti e che incentiva l’iniziativa imprenditoriale: questi gli ingredienti dell’agenda di Ouattara, presidente del Paese dal 2011, per rendere possibile l’obiettivo di rendere la Costa d’Avorio un Paese a medio reddito entro il 2030. L’esecutivo ivoriano si è impegnato in tutti gli ambiti per migliorare le condizioni economiche, politiche e sociali del Paese;la rapida crescita della domanda interna (sia pubblica che privata) ha, inoltre, evidenziato le potenzialità per le imprese alla ricerca di nuovi mercati di sbocco.