Accordi SACE - 23 settembre 2019

Con SACE SIMEST (Gruppo CDP) Reliance Brands incontra le imprese italiane

SACE SIMEST (Gruppo CDP) presenta il gigante del retail indiano alle imprese italiane interessate a fare business e aprire nuovi punti vendita. L’evento del 23 settembre, in collaborazione con Assolombarda e Confindustria, è frutto del programma Push Strategy.

700 punti vendita monomarca in partnership con 40 brand internazionali, tra cui 10 italiani, nell'abbigliamento, lifestyle e food. Questi i numeri di Reliance Brands, la controllata del colosso indiano Reliance Industries Limited (RIL), che incontra oggi a Milano le piccole e medie imprese italiane per opportunità di business e apertura di nuovi punti vendita.

L’incontro di business matching presso la sede di Milano di Assolombarda è stato organizzato da SACE SIMEST - il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP - in collaborazione con Assolombarda e Confindustria, proprio in occasione della Milano Fashion Week, importante vetrina del made in Italy.

All'incontro intervengono Enrico Cereda, Vice Presidente di Assolombarda e Binoy Geogre, console generale dell’India a Milano, oltre ai manager di Reliance Brands che raccontano i piani futuri della società e agli esperti SACE SIMEST che presentano gli strumenti assicurativo-finanziari del Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, utili a sviluppare in sicurezza il business in India. Per le aziende è un'occasione per farsi conoscere e avviare contatti di business, scoprire i piani di crescita di Reliance Brands, partecipare ai B2B direttamente in showroom, e più in generale essere aggiornati sugli sviluppi del mercato indiano.

“Quello indiano è un mercato con grandi prospettive di sviluppo e il Gruppo Reliance ne rappresenta la principale realtà industriale – ha dichiarato l’amministratore delegato di SACE, Alessandro Decio -. Con Reliance abbiamo costruito una partnership finanziaria per aumentare concretamente le opportunità di business per le imprese italiane. E’ questo il senso della nostra Push Strategy e di questo evento di match making, per la prima volta focalizzato sul business retail: fare da apripista alle PMI italiane con controparti di primario standing in mercati in forte crescita, accompagnandole e aiutandole a ottenere un posizionamento all’altezza del proprio potenziale.”

Secondo le previsioni dell’ultimo Rapporto Export di SACE SIMEST, l’India fa parte delle 20 geografie prioritarie per il Made in Italy e con 4 miliardi di euro di export di beni messi a segno nel 2018 è sicuramente un mercato destinato a crescere non solo per il piano di sviluppo governativo “Make in India”, che punta a far diventare il Paese il nuovo snodo manifatturiero asiatico, ma anche per il dinamismo di settori come quello del retail - la cui crescita prevista per il 2019 è +6,5% - grazie a opportunità offerte dagli ingenti piani di investimento di grandi corporate come Reliance. L’India è un’opportunità solo parzialmente sfruttata dalle imprese italiane dato che la percentuale italiana sul totale dell’import indiano è dell’1%. E la presenza italiana in India si attesta a 742 imprese estere partecipate. Tra gennaio e giugno le esportazioni italiane di beni verso l’India sono cresciute del 5,1%, rispetto allo stesso periodo del 2018. E si stima che nel periodo 2020-2022 il tasso di crescita media sarà +6,8%.

 

Documenti

Desideri ulteriori informazioni?

SACE

Contattaci al numero 06.6736.888
In alternativa invia una mail a [email protected]

Ultimi comunicati

SACE - 21 giugno 2024
SACE pubblica il Bilancio d’esercizio individuale e consolidato per il 2023.
Operazioni SACE - 19 giugno 2024
• L’operazione, la prima Push di SACE con una banca multilaterale di sviluppo, rafforza gli obiettivi del Piano Mattei • Obiettivo promuovere la crescita e lo sviluppo sostenibile in Africa, aprendo la via al coinvolgimento delle imprese italiane in progetti all’interno dei 25 Stati africani membri della Trade Development Bank • Unicredit è la prima banca ad aderire al nuovo strumento SACE sul territorio nazionale.
Operazioni SACE - 18 giugno 2024
Grazie alla nuova garanzia Archimede di SACE, è stato finanziato il progetto che prevede il completamento di UpTown, il primo smart district italiano a Milano. Concesso un finanziamento di 101 milioni di euro, erogato da Intesa Sanpaolo, Banco BPM, BPER con la partecipazione di BCC Milano e Centropadana, del Gruppo BCC ICCREA, è stato concesso a EuroMilano, società immobiliare attiva su progetti di rigenerazione urbana. SACE, con la garanzia al 25% dell’importo, genera un effetto leva che consentirà di realizzare investimenti per circa 230 milioni di euro in innovazione, infrastrutture e transizione sostenibile sul territorio nazionale