Varie SACE - 20 ottobre 2014

Missione in Marocco: SACE, € 200 milioni di nuove operazioni allo studio

SACE prende parte alla missione del Ministero dello Sviluppo Economico in Marocco e annuncia 200 milioni di euro di nuove operazioni allo studio nel Paese.

 

Il portafoglio di operazioni di export e investimenti italiani assicurati da SACE in Marocco si concentra prevalentemente nei settori dell’industria meccanica e delle infrastrutture e costruzioni, oltre che nell’aeronautico/navale e ammonta oggi a oltre 70 milioni di euro, rappresentando da solo il 17,6% dell’esposizione complessiva in Nord Africa del gruppo assicurativo-finanziario italiano.

 

L’Italia è attualmente il sesto fornitore del Marocco, con un export che ha superato il valore di 1,5 miliardi di euro nel 2013, in crescita del 12% rispetto all’anno precedente.

 

Cifre che, secondo gli auspici di SACE, potrebbero crescere ulteriormente nei prossimi due anni. Sebbene inserito in un quadro regionale molto complesso e caratterizzato da elevata instabilità, il Marocco rientra infatti nella rosa di mercati emergenti identificati da SACE come destinazioni a elevato potenziale, con profili di rischio bassi o medi ma in progressivo miglioramento, che potrebbero offrire all’export italiano un potenziale pari a 38,5 miliardi nei prossimi due anni*.

 

 

Le nostre vendite nel Paese si concentrano soprattutto nei settori della meccanica strumentale (che pesa per il 21,7%), moda (20,7%), mobili e gioielli (8,9%) e metallurgia (8,6%), in virtù del crescente dinamismo socio-economico marocchino e dello sviluppo del tessuto industriale. Per il futuro, un driver importante di crescita per l’export italiano è legato all’impegno del governo locale, che sta attivando programmi di attrazione degli investimenti in settori quali l’automotive, l’aerospaziale, le nuove tecnologie, la logistica e le infrastrutture - questi ultimi trainati dal mega progetto di ampliamento della capacità del porto di Tanger Med.

 

 

*SACE ha recentemente identificato un gruppo di 15 mercati emergenti, caratterizzati da meriti creditizi ormai stabilmente positivi (Brasile, Cina, India, Malaysia, Messico, Polonia, Sudafrica, Perù) o medi, ma in progressivo miglioramento (Algeria, Colombia, Filippine, Indonesia, Kenya, Marocco, Turchia)  che potrebbero generare 38,5 miliardi di nuovo export per l’Italia nei prossimi due anni, a patto che le nostre imprese riorientino verso di essi le proprie attività. (Cfr. FOCUS ON, SACE, Mappa dei Rischi 2014. Quali opportunità in un mondo sempre più incerto e volatile?)

 

Documenti

Desideri ulteriori informazioni?

SACE

Contattaci al numero 06.6736.888
In alternativa invia una mail a [email protected]

Ultimi comunicati

Operazioni SACE - 18 giugno 2024
Grazie alla nuova garanzia Archimede di SACE, è stato finanziato il progetto che prevede il completamento di UpTown, il primo smart district italiano a Milano. Concesso un finanziamento di 101 milioni di euro, erogato da Intesa Sanpaolo, Banco BPM, BPER con la partecipazione di BCC Milano e Centropadana, del Gruppo BCC ICCREA, è stato concesso a EuroMilano, società immobiliare attiva su progetti di rigenerazione urbana. SACE, con la garanzia al 25% dell’importo, genera un effetto leva che consentirà di realizzare investimenti per circa 230 milioni di euro in innovazione, infrastrutture e transizione sostenibile sul territorio nazionale
Accordi SACE - 14 giugno 2024
Firmato un protocollo di collaborazione per iniziative e progetti legati ai temi dell’evento che si terrà in Giappone Saranno incentivati strumenti di sostegno finanziario, implementate iniziative di promozione del sistema italiano dell’innovazione e favorite opportunità di crescita delle esportazioni e degli investimenti esteri nei Paesi asiatici dell’area del Pacifico
Operazioni SACE - 13 giugno 2024
Finanziamento da 115 milioni (65 UniCredit e 50 Cassa Depositi e Prestiti) con garanzia SACE sulla quota dedicata all’internazionalizzazione Lo storico Gruppo di abbigliamento e accessori sportivi avvia un percorso di crescita sul mercato tedesco mirato ad ampliare la propria offerta commerciale Il progetto prevede anche un potenziamento della rete sia in Germania che in Italia con l’apertura di nuovi punti vendita