Articoli 03 agosto 2023

Aboca, il progetto di vita della famiglia Mercati, protagonista del secondo appuntamento di 'Be Inspired. Imprese Made in Italy che cambiano il mondo'

Aboca non è solo un’impresa per me e per la mia famiglia, è un progetto di vita”. Quella della healthcare toscana è una storia che nasce nel 1978, permeata di passione e valori, riflessi nelle parole di Valentina Mercati, protagonista della seconda puntata di Be Inspired. Imprese Made in Italy che cambiano il mondo, il nostro format di video che raccontano la capacità di resilienza, l’attitudine all’innovazione e lo spirito imprenditoriale che contraddistinguono il nostro Paese, attraverso la voce delle aziende che stanno vivendo il cambiamento in prima linea. 

“La nostra azienda nasce oltre 45 anni fa proprio qui ad Aboca, una frazione di Sansepolcro, nella Val Tiberina toscana, da un’intuizione di mio padre – spiega Valentina Mercati - che ha capito che si potevano trovare in natura soluzioni innovative per la salute delle persone. Partendo da questa ispirazione, nel tempo abbiamo realizzato soluzioni terapeutiche evidence based, basate sulla scienza e sull’evidenza. Negli ultimi 10 anni, abbiamo portato avanti tanti studi clinici dei nostri prodotti e delle nostre formule in comparazione contro placebo o contro farmaco di riferimento, andando proprio a testare in quali patologie potevano essere sostitutive della terapia farmacologica classica. Questo è un aspetto veramente molto importante da sottolineare, perché c’è vera innovazione sulle sostanze naturali quando utilizziamo la natura con le stesse regole dei prodotti farmaceutici”. 

In virtù della sua mission, Aboca dal 2018 è una società benefit: nel suo statuto, infatti, c’è la finalità di beneficio comune e non solo quella di lucro. “Questo è stato un sancire una prospettiva che già avevamo dalle nostre origini, perché il nostro obiettivo è sempre stato essere una società rigenerativa: le nostre coltivazioni nascono come coltivazioni biologiche per aumentare la fertilità dei suoli e per consegnare alle persone prodotti naturali, senza nessun tipo di inquinante neanche all’origine. Siamo convinti che non ci possa essere salute del singolo se non c’è salute del sistema, quindi anche degli animali e delle piante”. 

Un purpose così ambizioso passa anche per un modello d’impresa che considera l’organizzazione stessa un sistema vivente.

“È la nostra Systemic network strategy: per noi tutte le parti dell’impresa collaborano insieme per un risultato comune. Come il nostro organismo è formato da tante cellule specializzate, che insieme ci permettono di vivere, così tutte le persone dell’azienda sono un corpo unico, che insieme collabora per un significato e dei valori condivisi”.

 Oggi la sfida da affrontare è conciliare il legame con il territorio e la grande vocazione all’internazionalizzazione. “La ricetta vincente per noi è mettere a fattor comune i valori. Anche quando ci rivolgiamo ai mercati esteri adottiamo una strategia transnazionale, in cui le forze locali sono importanti quanto quelle globali.  Facciamo in modo che queste due realtà si contagino fra loro, per creare un contesto interculturale. Il glocal, quindi, è una delle sfide più importanti che vogliamo mantenere”. 

Fare impresa in questo momento storico non è facile “perché la pandemia prima e adesso le problematiche legate alla guerra e all’aumento dei costi energetici sono complessità da gestire con un’estrema capacità di resilienza. Noi rispondiamo a tutto questo cercando di essere sempre propositivi, reattivi e di trovare le soluzioni nel momento in cui si presenta un problema.  Perché oggi il never normal diventa la normalità, quindi non possiamo dare niente per scontato, dobbiamo essere resilienti come lo è la natura”. 

In questo percorso SACE è stato un solido partner dell’azienda fin dal 2013. “SACE ci ha aiutato a realizzare importanti investimenti sia in ricerca che in attività di sviluppo all’estero e in Italia, che pur essendo il nostro mercato di origine è in forte crescita. La Spagna è la destinazione più importante per il nostro export, è la filiale più storica che abbiamo, anche se ultimamente anche la Francia sta avendo delle crescite veramente importanti, raddoppiando il fatturato a fine anno. Seguono la Polonia, mercato diverso da noi ma sicuramente interessante, e la Germania, che è il più difficile da conquistare ma che non vogliamo mollare per i prossimi anni”. 

Un rapporto, quello tra SACE e Aboca che si è consolidato negli anni e che si rafforzerà in futuro, anche alla luce della condivisione dei valori aziendali. 

Uno su tutti la sostenibilità. “Per un’azienda come la nostra il fatto che il sistema dia valore ai temi ESG ci permette di sperare in un futuro migliore, quindi, essere collaboratori e partner di pensiero con SACE per noi è veramente molto importante”.

Desideri ulteriori informazioni?
Contattaci al numero 06.6736.888
In alternativa invia una mail a [email protected]

Ultime news

Articoli 15 luglio 2024
SACE si impegna a monitorare e perfezionare costantemente la propria Gestione Ambientale, esplorando attivamente nuove opportunità per promuovere un approccio sostenibile, non solo all'interno dell'organizzazione, ma anche nella comunità.
Articoli 08 luglio 2024
La garanzia Archimede ha generato un effetto leva notevole, permettendo di realizzare investimenti per circa 230 milioni di euro. Questo rappresenta un passo avanti significativo nella nostra missione di promuovere la competitività e sostenere investimenti in innovazione, infrastrutture e transizione ecologica a livello nazionale.
Articoli 01 luglio 2024
SACE elimina le spese di istruttoria sui prodotti Export Credit, rendendo più semplice e conveniente l'accesso alle coperture assicurative per le imprese italiane. Scopri come risparmiare e facilitare le tue operazioni internazionali. Contattaci per maggiori informazioni e inizia subito a espandere il tuo business senza costi aggiuntivi!