Varie SACE - 23 novembre 2015

SACE apre le porte al Made in Italy: romba il motore della supercar Icona Fuselage nella sede di Milano

Terzo appuntamento con l’iniziativa “SACE apre le porte al Made in Italy”, con cui la società assicurativo-finanziaria mette in mostra i migliori brand italiani che hanno trovato in SACE un importante alleato per crescere nel mondo.

 

Dopo aver ospitato nella sede di Roma la moto MV Agusta F3 Ago e un modello in scala 1:30 dello yacht Sanlorenzo SL118, arriva presso la sede di Milano, a via Aristide De Togni, 2, il modellino della Icona Fuselage, supercar ecologica progettata e disegnata dalle torinesi Tecnocad Progetti e Cecomp.

 

Sintesi tra design, efficienza meccanica e sostenibilità, l’Icona Fuselage è stata presentata per la prima volta al salone dell’automobile a Shanghai, dalla joint venture, creata dalle due aziende italiane, Icona Shanghai.

 

SACE ha garantito un finanziamento da 2 milioni di euro a favore di Cecomp, società torinese specializzata nel design e nella progettazione “chiavi in mano” per il settore automotive. L’azienda realizza da oltre trent’anni prototipi e progetti “chiavi in mano” per il settore automotive, e punta a crescere ancora sui mercati esteri.

 

supercar-icona-fuselage

Documenti

Desideri ulteriori informazioni?

SACE

Contattaci al numero 06.6736.888
In alternativa invia una mail a [email protected]

Ultimi comunicati

Operazioni SACE - 07 febbraio 2023
Previsti 6,8 milioni di euro di nuovi finanziamenti per la riattivazione della capacità produttiva di Bottecchia, entrata a far parte del Gruppo Fantic dal luglio 2022, e per i piani di sviluppo sostenibile di Fantic Motor
Accordi SACE - 06 febbraio 2023
Al via la garanzia SACE, contro garantita dallo Stato, in favore di Reale Mutua e Italiana Assicurazioni, società appartenenti a Reale Group, di cui Reale Mutua è la Capogruppo
Operazioni SACE - 03 febbraio 2023
Dalla banca linea di credito da 8 milioni di euro con garanzia Sace per l’incremento capacità produttiva finalizzata a una crescita sui mercati esteri. Focus su Cina, Usa e Francia