Operazioni SACE - 15 settembre 2015

Missione Algeria e Marocco: nuove operazioni per 1,4 miliardi di euro nei due mercati nordafricani

SACE partecipa alla missione del Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi che toccherà nei prossimi giorni Algeria e Marocco per aumentare la capacità di penetrazione delle imprese italiane in questi mercati dove il Made in Italy ha ancora un ampio potenziale da cogliere.

 

Algeria

In Algeria SACE ha allo studio nuove operazioni a sostegno di export e investimenti per un valore totale di 1,2 miliardi di euro, concentrate prevalentemente nelle tecnologie industriali per l’oil&gas, metalli e per le infrastrutture e costruzioni.

 

Il dato riflette le prospettive positive di un’economia trainata non solo dalle performance del settore oil&gas (l’Algeria è l’ottavo produttore e quarto esportatore al mondo di gas) ma anche da un ampio Programma di Investimenti Pubblici, focalizzato sul processo di diversificazione e sullo sviluppo infrastrutturale.

 

Secondo le previsioni di SACE, che colloca l’Algeria tra i Paesi a maggior potenziale in base all’export opportunity index (76/100*), nei prossimi quattro anni le esportazioni italiane in Algeria riusciranno a mettere a segno una crescita del 5,8% medio annuo, trainate dalla meccanica strumentale nei suoi diversi comparti.

 

Marocco

Nel corso della missione, SACE ha confermato la piena disponibilità a sostenere l’export e l’internazionalizzazione delle imprese italiane in questo mercato caratterizzato da un contesto politico-operativo sostanzialmente stabile e da un’economia in crescita, aperta agli investimenti e all’interscambio, che si sta accreditando come hub di riferimento in tutta la Regione grazie agli accordi di libero scambio e alle relazioni commerciali con i Paesi partner  (USA, EU, EFTA, Paesi Arabi).  

 

In Marocco SACE ha allo studio nuove operazioni per circa 180 milioni di euro, in particolare nei settori della meccanica e dei trasporti, e osserva con attenzione i comparti strategici per il Paese: gli investimenti nel settore minerario (fosfati), delle costruzioni (edilizia civile e rete infrastrutturale) e del manifatturiero (agribusiness, chimico, e raffinazione).

 

Per sostenere le imprese italiane che continuano a trovare nella sponda sud del Mediterraneo, una destinazione privilegiata per le proprie esportazioni e investimenti, SACE ha recentemente costituito un Desk dedicato al Medio Oriente e Nord Africa, la seconda area in termini di esposizione nel portafoglio SACE  con circa 4,9 miliardi di euro, pari all’13,2% dell’esposizione totale). 

Documenti

Desideri ulteriori informazioni?

SACE

Contattaci al numero 06.6736.888
In alternativa invia una mail a [email protected]

Ultimi comunicati

SACE - 21 giugno 2024
SACE pubblica il Bilancio d’esercizio individuale e consolidato per il 2023.
Operazioni SACE - 19 giugno 2024
• L’operazione, la prima Push di SACE con una banca multilaterale di sviluppo, rafforza gli obiettivi del Piano Mattei • Obiettivo promuovere la crescita e lo sviluppo sostenibile in Africa, aprendo la via al coinvolgimento delle imprese italiane in progetti all’interno dei 25 Stati africani membri della Trade Development Bank • Unicredit è la prima banca ad aderire al nuovo strumento SACE sul territorio nazionale.
Operazioni SACE - 18 giugno 2024
Grazie alla nuova garanzia Archimede di SACE, è stato finanziato il progetto che prevede il completamento di UpTown, il primo smart district italiano a Milano. Concesso un finanziamento di 101 milioni di euro, erogato da Intesa Sanpaolo, Banco BPM, BPER con la partecipazione di BCC Milano e Centropadana, del Gruppo BCC ICCREA, è stato concesso a EuroMilano, società immobiliare attiva su progetti di rigenerazione urbana. SACE, con la garanzia al 25% dell’importo, genera un effetto leva che consentirà di realizzare investimenti per circa 230 milioni di euro in innovazione, infrastrutture e transizione sostenibile sul territorio nazionale