Garanzia Italia Garanzia Italia Garanzia Italia Garanzia Italia Garanzia Italia

Garanzia Italia

Sezione dedicata alle imprese

Da oltre 40 anni siamo al fianco delle imprese.

Oggi più che mai.

I finanziamenti con garanzia di Stato concessi dai soggetti finanziatori alle imprese potranno essere richiesti fino al 30 giugno 2021 e saranno disponibili per qualsiasi tipologia di impresa indipendentemente dalla dimensione, dal settore di attività e dalla forma giuridica con i seguenti requisiti:

  • sede in Italia
  • imprese che non erano in difficoltà al 31 dicembre 2019 ma che hanno affrontato o che si sono trovate in una situazione di difficoltà successivamente a seguito dell’epidemia di Covid-19
  • imprese che hanno già utilizzato il Fondo Centrale di Garanzia fino a completa capienza (o che presentino un plafond residuo presso il Fondo insufficiente per la definizione e l’ottenimento di un nuovo finanziamento dal sistema bancario, in quanto ad esempio troppo piccolo per poter strutturare un’operazione), limitatamente alle PMI
  • imprese che hanno già esaurito il “plafond” delle garanzie rilasciate da ISMEA, ove ne abbiano accesso.

A partire dal primo marzo 2021 SACE è autorizzata a rilasciare garanzie a favore di Midcap (imprese diverse dalle PMI con un numero di dipendenti non superiore a 499) con le stesse modalità previste dal Fondo Centrale di Garanzia.

Le imprese potranno così ottenere liquidità in tempi brevi garantendo continuità alla loro operatività. 

Il finanziamento verrà erogato dalle banche, istituzioni finanziarie nazionali e internazionali, società di factoring, società di leasing e dagli altri soggetti abilitati all'esercizio del credito in Italia, garantito da SACE e contro-garantito dallo Stato

Inoltre SACE è stata autorizzata a rilasciare, in favore di banche, di istituzioni finanziarie nazionali e internazionali e degli altri soggetti che sottoscrivono in Italia prestiti obbligazionari o altri titoli di debito, garanzie per prestiti obbligazionari emessi dalle imprese aventi sede in Italia colpite dall’epidemia Covid-19.

I finanziamenti o le emissioni obbligazionarie avranno come limite di importo il valore più alto tra:

  • il 25% del fatturato di Gruppo in Italia del 2019 come risultante dal Bilancio ovvero dalla dichiarazione fiscale
  • oppure il doppio del costo annuale del personale di Gruppo in Italia per il 2019 ovvero da dati certificati se l’impresa non ha approvato il Bilancio (nel caso l’Impresa Beneficiaria abbia iniziato la propria attività successivamente al 31 dicembre 2018, in questo calcolo si prendono a riferimento i costi del personale attesi per i primi due anni di attività).

La durata dei finanziamenti non potrà essere superiore a 6 anni e non potrà quindi estendersi oltre il 30 giugno 2027, con la possibilità per le imprese di avvalersi di un preammortamento di durata fino a 36 mesi.

Il costo complessivo per il richiedente sarà costituito dal costo di finanziamento specifico - tasso di interesse incluso margine - definito da ciascun soggetto finanziatore, e dal costo della garanzia. Tale costo dovrà essere inferiore al costo richiesto per operazioni con le medesime caratteristiche ma prive della garanzia.

SACE si impegnerà a gestire online le domande accolte dai soggetti finanziatori e ad emettere la garanzia controgarantita dallo Stato. Per scaricare la lista aggiornata degli Istituti accreditati sul Portale Garanzia Italia clicca qui>>

Il Decreto liquidità prevede inoltre l’intervento diretto del Fondo Centrale di Garanzia con garanzia pubblica del 100% per i finanziamenti fino a 30mila euro. Tra i 30mila euro e i 5,5 milioni di euro la garanzia scende al 90% (le imprese che richiedono un finanziamento compreso tra 30mila e 800mila euro e hanno un fatturato fino a 3,2 milioni di euro, possono richiedere l'estensione della garanzia al 100% con l'intervento di Confidi).

 

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Chiama l'800.020.030 o recati presso il tuo istituto di credito di fiducia