Operazioni SACE - 30 settembre 2021

SACE garantisce minibond da € 1,5 milioni emesso da Caffè Moak e sottoscritto da UniCredit

UniCredit ha sottoscritto un prestito obbligazionario da 1,5 milioni di euro emesso da Caffè Moak, società con sede a Modica che opera nel settore della torrefazione e commercializzazione del caffè.

Il minibond di 1,5 milioni, a tasso variabile e di durata pari a 7 anni, sottoscritto da UniCredit e garantito da SACE, consentirà a Caffè Moak di raggiungere ambiziosi obiettivi di sostenibilità: la riduzione dell’impatto ambientale  con la commercializzazione di capsule interamente compostabili e il 100% di packaging dei prodotti monoporzionati riciclabile, l’ottenimento di certificazioni della catena di fornitura secondo i più rigorosi standard di settore in termini di sostenibilità sociale e ambientale e la crescita professionale dei dipendenti. A Caffè Moak verrà riconosciuta una premialità nella forma di una riduzione del tasso cedolare al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità prefissato al momento dell’emissione del minibond.

"Siamo particolarmente fieri di aver messo a disposizione una forma di finanziamento alternativa come i minibond per realizzare i progetti di investimento ed innovazione di Caffè Moak - ha dichiarato Salvatore Malandrino, Responsabile Regione Sicilia di UniCredit Italia - La sostenibilità sta diventando sempre più un fattore determinante nei percorsi di sviluppo delle imprese e UniCredit ne ha fatto un elemento chiave del proprio modello di business. Con questa operazione confermiamo il nostro impegno per il supporto ai piani di crescita delle aziende del territorio, anche con strumenti che consentono una diversificazione delle fonti di finanziamento e agevolano una maggiore maturità finanziaria del sistema imprenditoriale".

SACE - ha sottolineato Fabio Colombo, Responsabile PMI Centro Sud di SACE - è sempre in prima linea a supporto della crescita sostenibile delle aziende italiane e operazioni come questa lo dimostrano. Caffè Moak è una realtà leader nel comparto del food&beverage, tra i settori più rappresentativi della qualità e dell’affidabilità del Made in Italy e volano indiscutibile di sviluppo per il nostro Paese. Il nostro intervento permetterà alla PMI siciliana di raggiungere obiettivi ambiziosi che renderanno il suo business più competitivo in Italia e nel mondo”.

“Caffè Moak storicamente - ha dichiarato Alessandro Spadola, CEO di Caffè Moak - ha un ottimo posizionamento nel settore HO.RE.CA. Le nuove strategie aziendali ci portano a rivolgerci al consumatore finale ma anche allo sviluppo di “For you”, un sistema chiuso monoporzionato per uffici con importanti innovazioni tecnologiche e nel massimo rispetto delle tematiche ambientali. Abbiamo deciso di aderire al minibond promosso da UniCredit e SACE per spingere i nuovi progetti nei quale crediamo molto e per accelerare l’apertura ai nuovi mercati”.

Caffè Moak ha scelto Nativa, Regenerative Design Company e prima Società Benefit e B Corp in Europa, in qualità di Sustainability Advisor per un affiancamento nella misura del proprio impatto sociale e ambientale, nell’identificazione delle direzioni di evoluzione in ambito ESG e nella definizione di obiettivi di sostenibilità ambiziosi e pertinenti al settore. 

Documenti

Desideri ulteriori informazioni?

SACE

Contattaci al numero 06.6736.888
In alternativa invia una mail a [email protected]

Ultimi comunicati

SACE - 21 giugno 2024
SACE pubblica il Bilancio d’esercizio individuale e consolidato per il 2023.
Operazioni SACE - 19 giugno 2024
• L’operazione, la prima Push di SACE con una banca multilaterale di sviluppo, rafforza gli obiettivi del Piano Mattei • Obiettivo promuovere la crescita e lo sviluppo sostenibile in Africa, aprendo la via al coinvolgimento delle imprese italiane in progetti all’interno dei 25 Stati africani membri della Trade Development Bank • Unicredit è la prima banca ad aderire al nuovo strumento SACE sul territorio nazionale.
Operazioni SACE - 18 giugno 2024
Grazie alla nuova garanzia Archimede di SACE, è stato finanziato il progetto che prevede il completamento di UpTown, il primo smart district italiano a Milano. Concesso un finanziamento di 101 milioni di euro, erogato da Intesa Sanpaolo, Banco BPM, BPER con la partecipazione di BCC Milano e Centropadana, del Gruppo BCC ICCREA, è stato concesso a EuroMilano, società immobiliare attiva su progetti di rigenerazione urbana. SACE, con la garanzia al 25% dell’importo, genera un effetto leva che consentirà di realizzare investimenti per circa 230 milioni di euro in innovazione, infrastrutture e transizione sostenibile sul territorio nazionale