Operazioni SACE - 02 aprile 2015

Sparco corre nei mercati internazionali: €3 milioni da Unicredit e SACE per lo sviluppo commerciale all’estero

Sparco, Unicredit e SACE annunciano la conclusione di un’operazione di finanziamento da 3 milioni di euro per sostenere la crescita sui mercati internazionali dell’azienda torinese specializzata nella produzione e distribuzione di componenti auto e abbigliamento tecnico per competizioni automobilistiche.

 

La linea di credito, erogata integralmente da Unicredit e garantita da SACE al 50%, sosterrà gli investimenti in Ricerca & Sviluppo e i costi di acquisto e ampliamento degli impianti al fine di accrescere la capacità produttiva e tecnologica di Sparco per la realizzazione di componenti in carbonio destinati ai clienti europei, e potenziare la nuova gamma di prodotti del settore motorsport.

 

Il finanziamento consentirà a Sparco – che conta su un ottimo posizionamento nei principali mercati europei, Stati Uniti, Giappone, Brasile e Australia, con una quota export pari all’80% del fatturato – di far fronte alla crescente competizione internazionale mantenendo la propria posizione di leadership nel segmento di riferimento.

 

“Grazie a questo importante accordo  con Unicredit e SACE”, commenta Aldino Bellazzini, azionista di maggioranza e Presidente di Sparco“Sparco, potrà portare avanti i progetti di investimento già avviati  per sostenere e consolidare il trend di crescita nel settore Racing ed in particolare nel Primo Impianto. Nello specifico stiamo ampliando lo stabilimento di Volpiano, investendo in macchinari altamente tecnologici per la produzione di sedili che vestono le più importanti marche di Supercar e nella ricerca e sviluppo dello stabilimento di Leini dove la produzione di componenti in carbonio è in forte sviluppo e che in due anni ha raddoppiato il fatturato.”

 

“Questo settore”, aggiunge Claudio Pastoris Amministratore Delegato, “affianca da fine anni ‘90 il business Racing e Motorsport dove Sparco è leader a livello mondiale. Sparco nasce nel 1977 ed ha una lunga tradizione in campo motoristico racing, nell’abbigliamento tecnico sportivo e negli accessori da competizione. Oggi il brand è sinonimo di alte performances, affidabilità e sicurezza nelle gare automobilistiche.  Fin dagli inizi Sparco ha saputo guadagnarsi il rispetto e la fiducia di molti team e piloti a livello mondiale, in particolare con tute ignifughe, scarpe,  guanti, caschi, sedili ed altri accessori omologati per le gare, diventando in breve tempo il più importante e rinomato operatore del mercato mondiale. L’acquisizione di nuove commesse ha consentito un forte incremento della  forza lavoro iniziato alla fine del 2013 e che entro il 2015 porterà l’inserimento di oltre 150 persone, occupando i due stabilimenti di Volpiano e Leini con oltre 350 addetti.”

 

“Siamo lieti di essere al fianco di un’eccellenza del made in Italy come Sparco, che ha un piano molto sfidante per i prossimi due anni con importanti ricadute occupazionali - ha dichiarato Enrica Delgrosso, Responsabile Piemonte e Liguria di SACE - Quest'operazione si aggiunge alle molte transazioni concluse nell’ultimo anno da SACE nel settore della componentistica automotive, uno dei comparti più dinamici dell’industria italiana che, proprio grazie a una forte propensione internazionale, è riuscito a reagire alla stagnazione del mercato domestico ed oggi è tra i settori industriali con le migliori performance estere".

 

Questa operazione vuole essere un segnale concreto della vicinanza di Unicredit al contesto socio economico piemontese. Siamo a fianco delle imprese, come la Sparco, spiega Andrea Del Moretto, responsabile dell’area Torino Provincia di Unicredit, che si distinguono per la capacità di fare azienda grazie anche agli investimenti effettuati per progetti a lungo termine. Unicredit intende stimolare la domanda di credito per investimenti, perché solo in questo modo potrà rimettersi più velocemente in moto l’economia. In questo quadro la banca  – conclude Del Moretto – mette in campo sia la propria caratteristica di essere banca territoriale vicina alle aziende locali, sia la sua forte rete internazionale, con Banche in 22 Paesi in Centro Est Europa, con filiali e strutture di supporto anche in Cina ed in Brasile

Documenti

Desideri ulteriori informazioni?

SACE

Contattaci al numero 06.6736.888
In alternativa invia una mail a [email protected]

Ultimi comunicati

SACE_LOGO_2022
Operazioni SACE - 25 novembre 2022
SACE_LOGO_2022
Siglato l’accordo tra A2A, attraverso la controllata A2A Energia, e SACE per facilitare le richieste di rateizzazione delle bollette di energia elettrica e gas
alessandra-ricci-amministratore-delegato-sace
Varie SACE - 23 novembre 2022
alessandra-ricci-amministratore-delegato-sace
Approvato dal Consiglio di Amministrazione di SACE il Piano Industriale INSIEME 2025, che guiderà scelte strategiche, operatività e modello di business del Gruppo per sostenere l’evoluzione di aziende e Sistema Paese Garantire maggior resilienza al tessuto economico nazionale, rilanciare la competitività sui mercati esteri e consolidare la crescita sul mercato domestico: con questi obiettivi, il Gruppo punta a sostenere investimenti e garantire liquidità per 111 miliardi di euro in tre anni, servendo 65mila PMI Sostenibilità al centro del nuovo modello di business disegnato da SACE con INSIEME 2025 per un supporto più ampio e incisivo alle imprese, con particolare attenzione alle PMI, grazie allo sviluppo di tecnologie e competenze specifiche Un Piano Industriale pensato e disegnato dalle persone di SACE, che punta su un modello culturale coerente con gli obiettivi di sostenibilità, e identifica nell’orgoglio, nello spirito di servizio e nel valore del fare insieme gli elementi cardine di una squadra ego-less, in cui le professionalità dei singoli confluiscono in un grande progetto comune per il Paese
Paola Valerio (11)
Nomine SACE - 22 novembre 2022
Paola Valerio (11)
Paola Valerio, Responsabile delle Relazioni Internazionali di SACE, è stata eletta Presidente del Working Party on Export Credit and Credit Guarantees (ECG) dell’OCSE, ricoprendo anche la carica di Vicepresidente del Gruppo dei Participants