Garanzia Italia SACE - 11 agosto 2021

Sideralba: un minibond da 12 milioni di euro per supportare la crescita

Sideralba S.p.A., azienda campana tra i principali player nel mercato europeo del settore dell’acciaio, ha finalizzato l’emissione del suo primo Minibond da 12 milioni di euro, assistito da Garanzia Italia di SACE e quotato al segmento ExtraMOT PRO 3 di Borsa Italiana, con l’obiettivo di supportare lo sviluppo della società come previsto dal Piano Industriale 2021-2024. Il focus della crescita prevede il consolidamento delle quote di mercato in Europa e in Italia.

L’operazione, strutturata da Banca Finint, è una delle prime operazioni di questo tipo e ha visto il coinvolgimento di investitori di primario standing come Cassa Depositi e Prestiti (5 milioni di euro), Mediocredito Centrale (5 milioni di euro) e Banca di Credito Popolare (2 milioni di euro). L’operazione ha una durata di 6 anni.

Banca Finint ha svolto il ruolo di Arranger dell’operazione e della garanzia SACE oltre ad aver ricoperto i ruoli di SACE Agent, Paying Agent e Issuing Agent dell’operazione. Lo studio legale NCTM ha agito in qualità di deal legal counsel e di advisor legale degli obbligazionisti attraverso due team dedicati.

Sideralba, che ha chiuso il bilancio 2020 con un valore della produzione di circa 225 milioni di euro e un Ebitda margin del 10%, utilizzerà i proventi derivanti dall’emissione per finanziare il Piano Industriale 2021-2024 che prevede significativi investimenti sugli stabilimenti produttivi del Gruppo localizzati in Italia oltre che a supportare la crescita del capitale circolante in conseguenza all’incremento previsto dei ricavi e dei volumi di produzione.

Fondata nel 1993 ad opera di Tommaso Rapullino, Sideralba nasce come un’azienda familiare controllata dalla famiglia Rapullino sin dalle sue origini che ha completato con successo il cambio generazionale con Luigi Rapullino. Oggi è uno dei principali player a livello europeo nel settore dell’acciaio, pur mantenendo lo stesso spirito della sua fondazione. Negli ultimi 5 anni, il Gruppo ha avuto una crescita esponenziale passando da 112,5 milioni di euro di fatturato del 2016 ad 215,4 milioni di euro nel 2020 (CAGR dei ricavi negli ultimi 5 anni pari a circa il 15%).

Nel novembre 2017 la Società ha rilevato gli asset tunisini dell’Ilva in amministrazione straordinaria (oggi Sideralba Maghreb) vincendo un bando internazionale. La società controllata, che ha sede presso il “Parc d’Activitès Economiques” di Bizerte, rappresenta una realtà economica molto importante sia per Bizerte che per la siderurgia tunisina (come prosecuzione storica di 40 anni di attività della ex Tunisacier SA), ed è conosciuta a livello mondiale per l’altissima qualità della propria produzione.

Daniele Palombi, Chief Financial Officer di Sideralba ha dichiarato: “In un momento storico forse tra i più difficili e complessi a livello mondiale nella nostra storia recente, sono orgoglioso di poter annunciare che il nostro Gruppo sia riuscito a mettere a segno un’importante operazione finanziaria a sostegno di un piano di crescita previsto per i prossimi anni che riteniamo ambizioso. Grazie a questa prima operazione di Minibond, che rappresenta un punto di partenza per l’evoluzione della gestione finanziaria dell’azienda, il nostro Gruppo potrà beneficiare di una maggiore diversificazione delle forme di finanziamento oltre che maturare un corporate brand nel mercato dei capitali che potrà aumentare la visibilità dell’azienda presso investitori e finanziatori. Si apre ora la possibilità di sviluppare e di dare continuità ad una serie di progetti fondamentali per il nostro consolidamento e crescita internazionale e per questo ringrazio Banca Finint, tutti i sottoscrittori del minibond e SACE che hanno deciso di sposare il nostro progetto industriale”.

Mettere a servizio delle aziende la finanza innovativa, mixando e creando nuovi strumenti che possano sostenere la crescita delle imprese italiane sia sui mercati domestici che esteri. È questo uno degli obiettivi che da sempre persegue Banca Finint soprattutto nel settore dei Minibond di cui siamo leader indiscussi. E questa operazione per Sideralba non è da meno, si tratta infatti della prima operazione di questo tipo che ha visto il coinvolgimento di Cassa Depositi e Prestiti assieme ad investitori istituzionali di primissimo livello che il nostro istituto ha coinvolto con l’obiettivo di sostenere la crescita di questa importante realtà del territorio campano. Un’operazione che siamo certi farà scuola nel settore contribuendo a sostenere la ripartenza del tessuto imprenditoriale nazionale”, ha dichiarato Simone Brugnera, Responsabile Minibond e Direct Landing di Banca Finint.

“Attraverso questa operazione, insieme a Banca Finint, Cassa Depositi e Prestiti, Mediocredito Centrale e Banca di Credito Popolare, confermiamo il nostro supporto a un’eccellenza dell’industria campana, consolidando una relazione che ci ha visto nel passato in diverse occasioni al fianco di Sideralba, tanto sul mercato domestico che sui mercati internazionali – ha dichiarato Antonio Bartolo, Responsabile Campania e Sicilia di SACE –. Nonostante il periodo ancora complesso, è necessario guardare al futuro investendo in piani di sviluppo sfidanti che produrranno, fra gli altri risultati, effetti positivi sull’economia della regione”.

“Con la partecipazione a questa operazione di finanza innovativa, la Banca di Credito Popolare, unica realtà bancaria autonoma di carattere regionale, presente in Campania e nel basso Lazio, testimonia la solidità di un rapporto virtuoso di lunga durata con il gruppo Sideralba, importante azienda siderurgica, che accompagniamo oramai da anni nel percorso di crescita e di sviluppo sostenibile, in linea con la nostra vocazione di banca territoriale da sempre vicina alle famiglie e alle migliori realtà imprenditoriali del nostro territorio e sempre più orientata a supportare la creazione di valore sostenendo la ripresa degli investimenti. Riteniamo che la sottoscrizione del Minibond confermi la citata vicinanza” ha dichiarato Felice delle Femine, Direttore Generale BCP.

Documenti

Desideri ulteriori informazioni?

SACE

Contattaci al numero 06.6736.888
In alternativa invia una mail a [email protected]

Ultimi comunicati

Accordi SACE - 07 dicembre 2022
Al via la nuova edizione dell’Export Champion Program, il percorso di formazione specializzato e gratuito promosso da SACE, attraverso l’hub formativo Education, e dedicato alle imprese esportatrici italiane che vogliono approfondire, affrontare e rafforzare la propria presenza in Brasile, Messico e Colombia Focus sull’America Latina, un’area geografica in crescita dal grande potenziale per il Made in Italy in linea con gli obiettivi di lNSIEME 2025, il Piano Industriale di SACE per il prossimo triennio Il programma di formazione prevede sei sessioni formative via webinar e un incontro in presenza
Operazioni SACE - 07 dicembre 2022
Il finanziamento di 8 milioni erogato da UniCredit e assistito dalla Garanzia Green di SACE, contribuirà a supportare il piano di investimenti di AIM Srl, società del Gruppo OVV Spa, a seguito dell'acquisto degli assets della azienda Alcar
Green New Deal SACE - 05 dicembre 2022
SOTTOSCRITTO UN FINANZIAMENTO DI 7,5 MILIONI PER I NUOVI INVESTIMENTI IN EFFICIENTAMENTO ENERGETICO, PROMOZIONE DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE E GREEN ECONOMY