Accordi SACE - 18 marzo 2014

SACE presenta a Confindustria Perugia il Rapporto Export 2014-2017 e inaugura un SACE Point

SACE, il gruppo assicurativo-finanziario che sostiene la crescita e la competitività delle aziende italiane, ha annunciato la firma di un accordo di collaborazione con Confindustria Umbria e ha presentato i risultati dell'ultimo Rapporto Export 2014-2017 in un Convegno dedicato a imprese, banche e operatori economici della Regione.

L’accordo - firmato dal Presidente di Confindustria Umbria, Ernesto Cesaretti, e dal Direttore Rete Italia di SACE, Simonetta Acri - prevede l’apertura di un SACE Point presso la sede di Confindustria a Perugia (via Palermo 80/A) cui le imprese locali potranno rivolgersi per orientarsi nell’offerta dei servizi di SACE sviluppati per rispondere alle difficoltà congiunturali e crescere in sicurezza. Si tratta di uno sportello a disposizione delle imprese associate a Confindustria Umbria per ricevere consulenza e assistenza tecnica gratuita sui prodotti e i servizi di SACE, in particolare sugli strumenti a supporto dell’internazionalizzazione. L’accordo risponde all’esigenza dei soci di essere supportati nell’avvicinamento ai mercati internazionali e soprattutto di ridurre alcuni rischi impliciti in tutte le operazioni di export e di internazionalizzazione

“Questo accordo rappresenta per noi – ha sottolineato Ernesto Cesaretti, presidente di Confindustria Umbria - un ulteriore passo a favore dello sviluppo e del consolidamento dei rapporti con l’estero delle piccole e medie imprese umbre. Con la persistente stagnazione del mercato domestico, la via dei mercati internazionali rimane l’unica strada da percorrere per garantire la sopravvivenza del nostro tessuto socio-economico”.

“È un piacere essere qui per questo duplice appuntamento, ma con un unico obiettivo: sostenere le imprese umbre nei loro piani di crescita all’estero – ha dichiarato Simonetta Acri di SACE –. Il Rapporto Export che presentiamo oggi indica alle imprese i mercati a maggior potenziale per i prossimi anni. Da questa analisi scopriamo che il futuro dell’export italiano è sempre più legato ai mercati emergenti. E sono molte le imprese umbre che stanno approcciando questa sfida. Per assisterle al meglio oggi, non solo annunciamo l’accordo con un partner chiave come Confindustria Umbria, ma anche l’apertura di un nostro punto di riferimento nella Regione”.

Nel 2013, nonostante le esportazioni umbre abbiano risentito dell’andamento negativo del settore dei metalli (particolarmente colpito dalle difficoltà strutturali del comparto a livello nazionale), alcuni settori fiore all’occhiello della Regione hanno mostrato invece performance brillanti nelle vendite estere. Un dato a cui ha contribuito la performance dei distretti, il cui export è cresciuto a un tasso del 10,3% nei primi nove mesi del 2013. Le tre A del Made in Italy sono il traino delle esportazioni regionali con tassi di crescita nell’ultimo anno rispettivamente del 19,2% per l’agroalimentare, 9,9% per l’abbigliamento e 9,1% per l’arredamento. Ma anche la meccanica strumentale si conferma uno dei settori top in Umbria, con una crescita del 5,3% e livelli di export molto elevati (600 milioni di euro).

Per le esportazioni provenienti da questi comparti, il Rapporto Export di SACE segnala prospettive di crescita interessanti nei prossimi quattro anni, soprattutto verso i mercati emergenti: non solo i Brics, ma anche diverse destinazioni meno battute (come Arabia Saudita, Angola, Cile, Emirati Arabi Uniti, Messico e Tailandia) senza dimenticare i mercati avanzati già acquisiti (come Francia, Canada e Stati Uniti).
 

 

Principali operazioni di SACE con imprese umbre


Il dinamismo del tessuto imprenditoriale di questa Regione trova conferma nell’operatività di SACE, scelta da un numero crescente d’imprese umbre come partner per le proprie attività e piani di sviluppo internazionali. Tra queste, diverse realtà provengono dai settori d’eccellenza di questo territorio: tessile-abbigliamento, tecnologie per l’industria del settore automotive e aeronautico, energie alternative, meccanica per l’agricoltura e alimentare.

Materiali per le costruzioni: SACE ha assicurato per € 12 milioni le forniture di beni per l’allestimento di centri commerciali in Kenya commissionate da una società locale a Tatu e Keninvest, due Pmi umbre attive nel commercio all’ingrosso di arredi per edifici commerciali.

 

Abbigliamento: SACE ha garantito finanziamenti per un ammontare complessivo di € 5,4 milioni destinati a sostenere i piani di sviluppo all’estero di Brunello Cucinelli, marchio storico di Corciano noto per i capi esclusivi in cashmere, e Maglital, Pmi di Trevi attiva nella produzione di maglieria e filati pregiati meglio conosciuta con i brand Cruciani e Cruciani C.

 

Macchinari agricoli: SACE ha assicurato forniture di macchine agricole, del valore di € 6,9 milioni, commissionate da un’azienda georgiana a Nardi, storica azienda umbra che esporta i suoi prodotti in 85 paesi.

 

Componentistica per automotive e aeronautica: SACE ha garantito un finanziamento da € 4,1 milioni per completare l’acquisizione di una società tedesca da parte di Metalmeccanica Tiberina, azienda di Umbertide (Perugia) attiva nella produzione di componenti e sottogruppi metallici per il settore automotive.

SACE ha garantito un finanziamento da € 10 milioni per sostenere i piani di ricerca & sviluppo di Umbra Cuscinetti, azienda di Foligno leader mondiale nella progettazione e realizzazione di viti a sfera per il settore aeronautico.

 

Energie rinnovabili: Con un impegno di € 21 milioni, SACE ha garantito fideiussioni emesse nell’interesse di TerniEnergia per la realizzazione “chiavi in mano” di impianti fotovoltaici in Italia e all’estero.

 

Inoltre, il gruppo SACE ha concluso accordi con importanti associazioni territoriali umbre:

SACE Fct, la società di factoring del gruppo SACE, ha firmato un accordo con le Associazioni delle Imprese di Terni – Confindustria Terni, ANCE Terni, Confartigianato Terni, CNA Provinciale di Terni e Confapi Terni –, per promuovere e far conoscere agli associati gli strumenti finanziari dedicati alle imprese fornitrici della Pubblica Amministrazione (PA).
 

Documenti

Desideri ulteriori informazioni?

SACE

Contattaci al numero 06.6736.888
In alternativa invia una mail a [email protected]

Ultimi comunicati

Accordi SACE - 14 giugno 2024
Firmato un protocollo di collaborazione per iniziative e progetti legati ai temi dell’evento che si terrà in Giappone Saranno incentivati strumenti di sostegno finanziario, implementate iniziative di promozione del sistema italiano dell’innovazione e favorite opportunità di crescita delle esportazioni e degli investimenti esteri nei Paesi asiatici dell’area del Pacifico
Operazioni SACE - 13 giugno 2024
Finanziamento da 115 milioni (65 UniCredit e 50 Cassa Depositi e Prestiti) con garanzia SACE sulla quota dedicata all’internazionalizzazione Lo storico Gruppo di abbigliamento e accessori sportivi avvia un percorso di crescita sul mercato tedesco mirato ad ampliare la propria offerta commerciale Il progetto prevede anche un potenziamento della rete sia in Germania che in Italia con l’apertura di nuovi punti vendita
Operazioni SACE - 12 giugno 2024
L’obiettivo del MoU è sostenere la ripresa dell'Ucraina, valorizzando il potenziale del credito all'esportazione e del sostegno agli investimenti diretti esteri