Risultati economici e assetto aziendale SACE - 09 settembre 2010

Primo semestre 2010: raddoppiati a € 5,7 miliardi i volumi assicurati, utile netto a € 163,5 milioni (-51,8%)

Il Consiglio di Amministrazione di SACE SpA presieduto da Giovanni Castellaneta ha esaminato oggi i risultati semestrali al 30 giugno 2010, che mostrano una significativa crescita dell’attività caratteristica con volumi assicurati più che raddoppiati rispetto allo stesso periodo del 2009.
«Abbiamo confermato il nostro ruolo anticiclico sostenendo la crescita delle imprese italiane all’estero, raggiungendo in particolare operatori di piccole e medie dimensioni con propensione all’export e agli investimenti diretti ed ampliando l’offerta a loro dedicata – ha dichiarato l’Amministratore Delegato, Alessandro Castellano –, come dimostrato dall’aumento della diversificazione geografica delle coperture assicurative.
Questo incremento ha riguardato sia i BRIC (Brasile, Russia, India, Cina) sia la nuova fascia dei MINTS (Malesia, Indonesia, Nigeria, Turchia, Arabia Saudita), paesi che mantengono una sostenuta dinamica di crescita delle loro economie. In uno scenario che resta estremamente complesso, i risultati semestrali di SACE mostrano una forte accelerazione della nuova produzione ed una tenuta del conto tecnico, a conferma della sostenibilità della strategia di sviluppo. Anche il business dell’assicurazione del credito e cauzioni, che ha maggiormente risentito della crisi, ha dato segnali di ripresa nel semestre con un loss ratio che si attesta su livelli sensibilmente inferiori rispetto ai semestri precedenti».
Di seguito i principali risultati del semestre al 30 giugno 2010:
  • volumi assicurati a € 5,7 miliardi, in crescita del 111% rispetto ai € 2,7 miliardi assicurati nel primo semestre 2009. Gli aumenti maggiori dell’attività assicurativa si sono registrati nei paesi della Comunità degli Stati Indipendenti e dell’Europa emergente, dell’Unione Europea, dell’America latina e del Nord Africa
  • premi lordi a € 262,0 milioni (+154%)
  • oneri netti relativi ai sinistri a € 87,4 milioni (€ 18,3 milioni nei primi sei mesi dello scorso esercizio), riconducibili al forte aumento delle insolvenze aziendali che hanno caratterizzato il secondo semestre del 2009
  • risultato del conto tecnico positivo per € 170,3 milioni
  • utile netto a € 163,5 milioni, in calo del 51,8% rispetto ai € 338,9 milioni del primo semestre 2009, per effetto di maggiori accantonamenti effettuati sulle riserve tecniche in relazione all’aumento dei volumi assicurati e di un minor contributo della gestione finanziaria, in linea con l’andamento dei mercati.

ANDAMENTO DELLE SOCIETÀ PRODOTTO

I risultati del primo semestre 2010 della controllata SACE BT, società attiva nell’assicurazione del credito, cauzioni e rischi della costruzione, mostrano un sensibile miglioramento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. A fronte di una flessione contenuta dei premi prevalentemente determinata dalla riduzione del volume di affari degli assicurati, la società ha beneficiato della diminuzione dei sinistri (più che dimezzati) registrando un loss ratio del 32%, in significativo calo rispetto al 178% del 30 giugno 2009.
Operativa da aprile 2010, nei suoi primi tre mesi di attività SACE Fct ha deliberato smobilizzi di crediti per oltre € 500 milioni. A giugno 2010 SACE Fct ha inoltre sottoscritto un accordo di collaborazione con Federsanità-ANCI (Confederazione delle Aziende Sanitarie Locali e Ospedaliere e delle Conferenze dei Sindaci), per lo sviluppo e la promozione presso le amministrazioni associate a Federsanità dei prodotti e servizi offerti da SACE Fct.
 

NOVITÀ DI RILIEVO NEL SEMESTRE

Nel primo semestre 2010 è proseguito il rafforzamento della rete commerciale domestica con l’obiettivo di essere sempre più vicini alle piccole e medie imprese. Lo scorso aprile è stato infatti inaugurato l’ufficio di Bari, punto di riferimento per le imprese di Puglia, Basilicata, Calabria, Molise, Sicilia e Sardegna.
Anche la rete internazionale ha proseguito il proprio percorso di sviluppo: ai presidi di San Paolo, Mosca, Johannesburg e Hong Kong si è aggiunto l’ufficio di Istanbul, hub regionale per il mercato turco ed il vicino Oriente. È inoltre operativo dallo scorso luglio l’ufficio di Bucarest, che assisterà le imprese nei loro piani di espansione nei paesi dell’area balcanica e dell’Europa emergente. Con l’ingresso di un rappresentante di SACE nel consiglio di amministrazione di African Trade Insurance Agency, a seguito dell’investimento effettuato nel 2009 nell’agenzia africana per lo sviluppo economico, si è rafforzato il sostegno agli esportatori e agli investitori italiani nel continente africano. Sul fronte degli accordi internazionali, è stato firmato un accordo di collaborazione con Inter-American Development Bank, con cui SACE sosterrà importanti progetti nei settori delle infrastrutture, dei trasporti e dell’energia nei paesi latino-americani e caraibici.

Documenti

Desideri ulteriori informazioni?

SACE

Contattaci al numero 06.6736.888
In alternativa invia una mail a [email protected]

Ultimi comunicati

Accordi SACE - 14 giugno 2024
Firmato un protocollo di collaborazione per iniziative e progetti legati ai temi dell’evento che si terrà in Giappone Saranno incentivati strumenti di sostegno finanziario, implementate iniziative di promozione del sistema italiano dell’innovazione e favorite opportunità di crescita delle esportazioni e degli investimenti esteri nei Paesi asiatici dell’area del Pacifico
Operazioni SACE - 13 giugno 2024
Finanziamento da 115 milioni (65 UniCredit e 50 Cassa Depositi e Prestiti) con garanzia SACE sulla quota dedicata all’internazionalizzazione Lo storico Gruppo di abbigliamento e accessori sportivi avvia un percorso di crescita sul mercato tedesco mirato ad ampliare la propria offerta commerciale Il progetto prevede anche un potenziamento della rete sia in Germania che in Italia con l’apertura di nuovi punti vendita
Operazioni SACE - 12 giugno 2024
L’obiettivo del MoU è sostenere la ripresa dell'Ucraina, valorizzando il potenziale del credito all'esportazione e del sostegno agli investimenti diretti esteri