Nomine SACE - 10 febbraio 2022

Mario Giro Vicepresidente di SACE

Il Consiglio di Amministrazione di SACE, riunitosi in data odierna, ha attribuito al Consigliere Prof. Mario Giro il ruolo di Vicepresidente in un’ottica strettamente tecnica per supplire alle intervenute dimissioni del Presidente.

Il Prof. Mario Giro - entrato a far parte del CdA di SACE nel dicembre 2019 - nato a Roma nel 1958, laureato alla Sapienza di Roma, è professore straordinario di Storia delle Relazioni Internazionali all’Università Stranieri di Perugia. Già Vice Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e Sottosegretario agli Affari Esteri dal maggio 2013 al giugno 2018; dal novembre 2011 all’aprile 2013 è stato consigliere del prof. Andrea Riccardi, Ministro della Cooperazione e dell’Integrazione e capo della struttura di missione della cooperazione a Palazzo Chigi. Precedentemente era stato anche responsabile dell’ufficio Africa e Medio Oriente del Dipartimento Internazionale della CISL. Membro della Comunità di Sant’Egidio dal 1975, si è impegnato in programmi riguardanti il continente africano, in particolare nelle mediazioni di pace e nel dialogo interreligioso. Noto esperto in mediazioni di conflitti armati a livello globale ha partecipato a numerose trattative di pace. Nel 2010 ha ricevuto il premio “Pace Preventiva” della Fondazione Chirac.

 

Documenti

Desideri ulteriori informazioni?

SACE

Contattaci al numero 06.6736.888
In alternativa invia una mail a [email protected]

Ultimi comunicati

Operazioni SACE - 21 febbraio 2024
Banco BPM ha perfezionato un finanziamento di 5 milioni di euro assistito da Garanzia Green di SACE a favore di Sibeg Coca-Cola, società con sede a Catania che dal 1960 produce, imbottiglia e sviluppa tutti i prodotti a marchio The Coca-Cola Company in Sicilia.
Operazioni SACE - 19 febbraio 2024
Supportata l’acquisizione della texana HPF con un finanziamento di 8 milioni di euro e garanzia di SACE
Operazioni 15 febbraio 2024
Presente da oltre quarant’anni in Romania, con la firma di questo accordo il Gruppo Ansaldo Energia consolida il suo ruolo strategico nelle politiche energetiche del paese e quello di capofila della filiera nucleare in Italia.