Operazioni SACE - 22 novembre 2023

La ‘Casa delle imprese’ on tour a Venezia: oltre 42 miliardi di euro di export dalla Regione nei primi 6 mesi

42 miliardi di euro nel primo semestre 2023: il Veneto è sul podio dell’export in Italia. L’andamento è in crescita del 2,8% grazie in particolare alla meccanica strumentale, e agli strumenti e forniture mediche e dentistiche. Numeri che esprimono la vivacità del tessuto economico veneto e le grandi opportunità di crescita, anche grazie agli investimenti in innovazione e sostenibilità intrapresi dalle aziende del territorio che fanno da export booster: SACE ha accompagnato in questa direzione già 6100 imprese venete per 4,1 miliardi di euro nell’ultimo anno.

È quanto emerge dallo Studio ‘Piccole, medie e più competitive: le PMI italiane alla prova dell'export tra transizione sostenibile e digitale’  da cui le prende le mosse il Roadshow ‘La Casa delle Imprese’ organizzato dal Gruppo SACE dedicato alle PMI italiane. Lo Studio, realizzato dall’Ufficio Studi di SACE in collaborazione con The European House – Ambrosetti, approfondisce le prospettive di sviluppo delle PMI di fronte alle sfide dei mercati internazionali con un particolare focus sull’export regionale.

La meccanica strumentale è il primo settore delle esportazioni nel Veneto e registra una crescita del 13,1% tra gennaio e giugno 2023, ritmo lievemente inferiore rispetto al +14,3% del 2022 ma comunque molto sostenuto. Dinamica positiva anche per l’altra manifattura (+5,4%) - che in Veneto è composta soprattutto da strumenti e forniture mediche e dentistiche (+13,8%) e mobili (-4,1%) – e per il tessile e abbigliamento (+1,2%), rispettivamente secondo e terzo settore di export.

Germania, Francia e Stati Uniti sono i primi tre mercati di destinazione e insieme rappresentano il 35% di tutto l’export regionale. I due partner europei risultano in crescita nel primo semestre del 2023: +3,4% e +7,8% rispettivamente, lieve negativo invece per gli Stati Uniti (-0,9%). Stanno mostrando inoltre grande dinamismo mercati quali Messico (+16,3%), Emirati Arabi Uniti (+7,4%) e India (+5,4%).

Il Gruppo SACE – presente sul territorio con due uffici a Venezia Mestre e Verona e cinque agenzie dislocate fra Padova, Verona e Venezia Mestre - accompagna le imprese venete nei loro progetti di crescita in Italia e nel mondo offrendo soluzioni assicurative e finanziarie per investimenti green, liquidità e attività di export, internazionalizzazione e progetti di rilievo strategico.

L’evento ha visto il coinvolgimento di alcune imprese testimonial come il Gruppo ICM, BAUCE TRI.MA, AT & D Water And Energy Green Solutions e NOVATEK Italia e fa parte di una serie di tappe di un roadshow in cui SACE incontra le PMI italiane e che si inserisce nell’ambito del Piano Industriale INSIEME 2025 che si basa su quattro pilastri: la sostenibilità come principio fondante dell’azione, la trasformazione tecnologica e digitale delle imprese e del Gruppo e il supporto alle PMI con un coverage di prossimità, la squadra delle persone di SACE che operano con passione.

La prossima tappa sarà a Napoli il 6 Dicembre oltre a un fitto calendario di appuntamenti che entro la fine dell’anno vedrà il Gruppo SACE coinvolto in circa 15 eventi territoriali, business matching e fiere, in collaborazione con Istituzioni, associazioni di categoria e Università, da Cosenza a Milano, passando per Lucca, Rimini, Latina e Reggio Calabria.

Documenti

Desideri ulteriori informazioni?

SACE

Contattaci al numero 06.6736.888
In alternativa invia una mail a [email protected]

Ultimi comunicati

Operazioni SACE - 21 febbraio 2024
Banco BPM ha perfezionato un finanziamento di 5 milioni di euro assistito da Garanzia Green di SACE a favore di Sibeg Coca-Cola, società con sede a Catania che dal 1960 produce, imbottiglia e sviluppa tutti i prodotti a marchio The Coca-Cola Company in Sicilia.
Operazioni SACE - 19 febbraio 2024
Supportata l’acquisizione della texana HPF con un finanziamento di 8 milioni di euro e garanzia di SACE
Operazioni 15 febbraio 2024
Presente da oltre quarant’anni in Romania, con la firma di questo accordo il Gruppo Ansaldo Energia consolida il suo ruolo strategico nelle politiche energetiche del paese e quello di capofila della filiera nucleare in Italia.