Operazioni SACE - 13 ottobre 2011

Garantiti USD 624 milioni per l'ammodernamento della raffineria di Izmit in Turchia

SACE ha garantito il finanziamento di USD 624 milioni erogato da un pool di banche internazionali alla società turca Tupras per l’ammodernamento della raffineria di Izmit, nei pressi di Istanbul. L’intervento di SACE andrà a copertura dei contratti di fornitura in corso di assegnazione a varie imprese italiane.

 

Il progetto, il cui valore complessivo è di USD 2,4 miliardi, consentirà a Tupras di migliorare l’efficienza e la redditività della raffineria di Izmit, convertendo olii combustibili ad alto contenuto di zolfo e prodotti raffinati a bassa marginalità, in diesel euro 5 e altri raffinati a maggior valore aggiunto.

 

Con una produzione di 28,1 milioni di tonnellate annue di greggio, Tupras è l’unica impresa di raffinazione in Turchia e fa parte del Gruppo Koc, primo gruppo privato turco attivo, tra gli altri, nei settori automobilistico, finanziario ed energetico.

 

L’operazione conferma l’impegno di SACE a sostenere l’export italiano in mercati ad alto potenziale quali la Turchia, dove è presente con un proprio ufficio a Istanbul.
 

Documenti

Desideri ulteriori informazioni?

SACE

Contattaci al numero 06.6736.888
In alternativa invia una mail a [email protected]

Ultimi comunicati

Operazioni SACE - 19 luglio 2024
9 milioni per l’apertura di negozi monomarca in Italia e USA con Garanzia Futuro di SACE
Education SACE - 18 luglio 2024
La collaborazione definita da SACE con alcune delle principali banche del Paese consentiranno di facilitare le singole richieste degli esportatori e lo scambio commerciale tra le parti L’evento online sarà in lingua inglese e in collaborazione con Confindustria, Federunacoma e ITA – Italian Trade Agency
Operazioni e Prodotti SACE - 17 luglio 2024
SACE, il gruppo assicurativo e finanziario italiano controllato dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, ha annunciato il proprio impegno a supportare progetti sostenibili e di elettrificazione rurale in India attraverso una garanzia finanziaria di 320 milioni di USD.