Operazioni SACE - 19 dicembre 2022

DA INTESA SANPAOLO 10 MILIONI DI EURO PER LA CRESCITA SOSTENIBILE DE LA REGINA DI SAN MARZANO, CON GARANZIA DI SACE

Intesa Sanpaolo e SACE supportano La Regina di San Marzano SpA, azienda conserviera con sito produttivo a Scafati (SA) e parte del distretto di Nocera, con tre linee di finanziamento per un totale di 10 milioni di euro.

SACE è intervenuta con i suoi strumenti a sostegno della liquidità e degli investimenti per la crescita e sostenibilità dell’azienda campana, assistendo con le proprie garanzie due delle linee di credito.

L’investimento della società “La Regina di San Marzano di Antonio Romano SpA” è destinato all’incremento della capacità produttiva dello stabilimento di Scafati attraverso l’ottimizzazione della linea rossa con particolare riferimento alla produzione di sughi pronti. Una produzione destinata al mercato del Nord America, in particolare degli Stati Uniti e frutto del know-how della società e della tradizione della Famiglia Romano che ha raggiunto ormai la terza generazione.  

L’investimento punta inoltre al miglioramento della sostenibilità ambientale con la realizzazione di un impianto fotovoltaico di ultima generazione istallato su un nuovo capannone di circa 14.000 mq realizzato in una nuova area alle spalle dello storico opificio destinato in una prima fase allo stoccaggio delle merci e dei prodotti finiti, ma predisposto già ad accogliere parte della produzione. Conseguenza diretta di ciò sarà anche un efficientamento dell’attuale logistica. L’investimento è relativo anche all’ampliamento degli impianti di depurazione delle acque reflue e degli scarti di produzione.

Interventi che per tipologia e caratteristiche beneficiano delle garanzie di SACE e sono stati concessi da Intesa Sanpaolo tramite i finanziamenti denominati S-Loan ESG al fine di supportarle nel conseguimento degli obiettivi ESG.

Nel 1972, il fondatore Antonio Romano inizia un percorso imprenditoriale incentrato sulla valorizzazione dei prodotti della sua terra ed in particolare del pomodoro San Marzano, da cui origina nel 1983 la denominazione della propria azienda ed il relativo marchio “La Regina di San Marzano”. L’efficientamento dei processi produttivi e l’ottimizzazione dei livelli qualitativi della produzione hanno sempre rappresentato un carattere distintivo fondamentale dell’azienda contribuendo al raggiungimento di posizioni di leadership sui mercati internazionali. L’azienda conserviera detiene infatti anche La Regina USA INC con sede a New York e la Vera Trima INC con sede in Canada, entrambe attive sui principali mercati di sbocco USA e Canada eccellendo in termini di crescita e di marginalità. L’azienda campana ha costruito negli anni un rapporto solido con il Gruppo SACE, che l’ha già affiancata nei suoi piani di internazionalizzazione e la supporta oggi nei suoi progetti di incremento della produttività, di transizione ecologica e di efficientamento energetico.

SACE ha un ruolo di primo piano nella transizione ecologica italiana. Questa operazione, realizzata grazie alle sinergie con la Rete sul territorio di SACE, rientra nell’ambito della convenzione green con Intesa Sanpaolo, nella quale SACE interviene con una garanzia a copertura di finanziamenti destinati sia a grandi progetti di riconversione industriale sia alle PMI che intendono ridurre il proprio impatto ambientale e avviare una trasformazione sostenibile.

Felice Romano, Amministratore Unico de La Regina di San Marzano dichiara:“La dedizione ed il grande impegno da parte della nostra intera organizzazione aziendale, dal management interno ai collaboratori agli operai fino ai fornitori e agli stessi clienti che hanno sempre apprezzato la bontà e la qualità della nostra produzione e dei prodotti sia del pomodoro pelato che del sugo pronto, che hanno condotto l’azienda verso la valorizzazione del nostro territorio e principalmente a garantire il riconoscimento del Made in Italy oltre oceano. Sono sinceramente grato ad Intesa Sanpaolo per aver saputo riconoscere il sacrificio passato e presente, ma soprattutto per aver creduto nei successi futuri che stiamo costruendo con altrettanta dedizione ed inoltre ringrazio SACE che affianca la nostra Società e tutte le imprese Italiane, con il chiaro obiettivo di aiutarle a rafforzare la liquidità, la resilienza e la competitività complessiva. Tutto questo con una importante attenzione alla sostenibilità e al sostegno al Green New Deal Italiano”.

Massimiliano Cattozzi, responsabile Direzione Agribusiness Intesa Sanpaolo sottolinea: “Il sostegno al Gruppo La Regina San Marzano mira a valorizzare la lavorazione di una delle coltivazioni più importanti del nostro Paese, quella del pomodoro. Grazie agli investimenti che l’azienda sta facendo, ci sarà un ulteriore miglioramento dal punto di vista della sostenibilità dell’indipendenza energetica. Progetti che Intesa Sanpaolo condivide e promuove, in coerenza con le iniziative del PNRR”.

Documenti

Desideri ulteriori informazioni?

SACE

Contattaci al numero 06.6736.888
In alternativa invia una mail a [email protected]

Ultimi comunicati

Accordi SACE - 14 giugno 2024
Firmato un protocollo di collaborazione per iniziative e progetti legati ai temi dell’evento che si terrà in Giappone Saranno incentivati strumenti di sostegno finanziario, implementate iniziative di promozione del sistema italiano dell’innovazione e favorite opportunità di crescita delle esportazioni e degli investimenti esteri nei Paesi asiatici dell’area del Pacifico
Operazioni SACE - 13 giugno 2024
Finanziamento da 115 milioni (65 UniCredit e 50 Cassa Depositi e Prestiti) con garanzia SACE sulla quota dedicata all’internazionalizzazione Lo storico Gruppo di abbigliamento e accessori sportivi avvia un percorso di crescita sul mercato tedesco mirato ad ampliare la propria offerta commerciale Il progetto prevede anche un potenziamento della rete sia in Germania che in Italia con l’apertura di nuovi punti vendita
Operazioni SACE - 12 giugno 2024
L’obiettivo del MoU è sostenere la ripresa dell'Ucraina, valorizzando il potenziale del credito all'esportazione e del sostegno agli investimenti diretti esteri