Accordi SACE - 22 dicembre 2010

Accordo Confindustria, Nomura e SACE per le imprese fornitrici della Pubblica Amministrazione

Confindustria, Nomura e SACE firmano un accordo quadro nazionale per sostenere liquidità e capacità d’investimento delle aziende italiane, in prevalenza PMI, fornitrici della Pubblica Amministrazione. Obiettivo dell’intesa facilitare l'accesso al credito delle imprese che soffrono dei ritardi nei pagamenti dei vari enti della Pubblica Amministrazione.

Nell’ambito dell’accordo sottoscritto la banca d’investimento Nomura e SACE Fct, la società di factoring del Gruppo SACE, individueranno e promuoveranno, in collaborazione con le Associazioni di Confindustria, soluzioni finanziarie per la gestione e lo smobilizzo dei crediti vantati dalle imprese nei confronti della Pubblica Amministrazione per forniture di beni e servizi. L’obiettivo dell'accordo, infatti, è rafforzare la gestione finanziaria, migliorare la struttura patrimoniale ed ampliare la capacità d’investimento in Italia e all’estero delle imprese, soprattutto di quelle in difficoltà a causa dei ritardi nei pagamenti.

“L’accordo con SACE e Nomura” ha affermato Emma Marcegaglia “costituisce uno strumento importante che Confindustria mette a disposizione delle imprese del sistema. Lo spirito dell’Accordo è quello di non lasciare indietro nessuno, neanche chi ha crediti particolarmente incagliati con soggetti debitori “difficili”. Ad esempio, l’accordo si rivolge anche al settore della sanità ed alle realtà centro-meridionali. Inoltre, la logica dell’accordo è innovativa in quanto rinvia ad accordi locali o settoriali la definizione degli strumenti e delle modalità più adatte, riservando un ruolo fondamentale alle Associazioni di Confindustria. Con tale iniziativa si conferma l’impegno di Confindustria su questo tema così sentito dalle imprese e determinante per uscire dalla crisi economica che stiamo attraversando.”

“L’accordo quadro tra Confindustria, Nomura e SACE introduce uno strumento volto a migliorare la liquidità delle aziende con uno sforzo congiunto pubblico e privato, particolarmente importante nelle attuali condizioni di mercato. Presentando la piattaforma creata assieme a SACE e all’ampia comunità degli investitori istituzionali, si cercherà un ampio supporto per migliorare le condizioni di finanziamento delle imprese locali così favorendone le opportunità di crescita e sviluppo economico.” Afferma Raffaele Ricci, Managing Director, Responsabile Commerciale della divisione Fixed Income per l’Europa, Medio-Oriente & Africa.

“Con questo accordo SACE amplia la propria capacità d’intervento a supporto del mondo imprenditoriale italiano e, in particolare, delle tante piccole e medie imprese che soffrono dei ritardi di pagamento della Pubblica Amministrazione – ha dichiarato Alessandro Castellano, amministratore delegato di SACE –. L’accordo valorizza la collaborazione a livello territoriale e di settore, grazie alla quale verranno messe a punto soluzioni “su misura” per le imprese associate a Confindustria, che oggi possono contare su una gamma completa di servizi per la gestione dei crediti: dalla copertura del fatturato domestico ed estero alle cauzioni, dai finanziamenti garantiti per attività di internazionalizzazione ed investimento allo smobilizzo dei crediti.“
 

Documenti

Desideri ulteriori informazioni?

SACE

Contattaci al numero 06.6736.888
In alternativa invia una mail a [email protected]

Ultimi comunicati

Operazioni SACE - 01 dicembre 2022
Salov realizzerà un impianto di stoccaggio di oli alimentari di nuova generazione, grazie al finanziamento erogato da Intesa Sanpaolo e assistito dalla Garanzia Green di SACE S-loan è il finanziamento ideato da Intesa Sanpaolo per supportare le imprese virtuose a conseguire obiettivi ESG
Varie SACE - 30 novembre 2022
Premiato il modello di business di SACE che riflette il forte profilo finanziario, la diversificazione delle operatività ed i rischi operativi contenuti. Confermato il giudizio nonostante il contesto particolarmente complesso
Operazioni SACE - 29 novembre 2022
Grazie al finanziamento erogato dalla Banca di 20 milioni di euro, di cui 14,5 sostenuti dalla Garanzia Green di SACE, l’azienda realizzerà investimenti green nello stabilimento produttivo di Fano